081 8013313 info@e-comunica.it

Quando si pensa alla tua attività, quale immagine viene in mente?

In un mondo dove si vende tutto in ogni luogo, dove la globalizzazione fagocita le leggi fisiche della concorrenza, è necessario essere in grado di dare una forte immagine all’attività che gestiamo: che sia un piccolo esercizio commerciale o una grande azienda, bisogna sviluppare un’identità visiva.

Partiamo dalle fondamenta: è assolutamente indispensabile un logo.

Sembra assurdo, ma vi sono non poche attività che non hanno un logo.

Spesso si pensa che basti un nome, magari scritto con un carattere calligrafico, per avere un logo: proprio per questa errata convinzione può essere utile presentare in modo corretto che cos’è e quali sono le sue funzioni.

Si potrebbe definire il logo come un segno distintivo formato da un segno grafico o pittogramma, costituito da un’immagine, e da un segno tipografico, costituito invece da un nome.

Studiamo insieme la struttura del logo.

Prendiamo ad esempio il logo della Nike.

Come si può notare, i due costituenti principali di cui si parlava, sono presenti: Nike, il segno tipografico, chiamato logotipo; mentre lo swoosh, invece, rappresenta il segno grafico, ovvero il pittogramma.

Ovviamente ci sono le dovute eccezioni: non tutti i loghi hanno necessariamente come segno grafico una vera e propria immagine, che come lo swoosh nike potrebbe essere utilizzato anche da solo, ma hanno comunque un carattere identificativo ben preciso e riconoscibile

Consideriamo, in questo caso, il logo di e-comunica.

Pur non avendo un segno grafico, la scelta dei colori, la disposizione della ultima a e il segno di separazione, offrono quella connotazione grafica di cui necessita per essere definito un vero e proprio logo.

Come deve essere un logo?

Naturalmente, avendo una funzione identificativa, il logo deve rispettare queste semplici regole:

Semplicità: pochi tratti, per essere ricordato facilmente.

Adattabilità: deve potere essere inserito ovunque.

Usabilità: deve potere essere leggibile sia in grandi che in piccole misure.

Come va usato un logo?

Ovviamente senza parsimonia! Il nostro logo deve essere inserito ovunque: carta intestata, biglietti da visita, buste da lettera, gadgets aziendali, cancelleria, siti web, newsletter. Ogni supporto può essere personalizzato.

Chi realizza un logo?

In teoria basterebbe rivolgersi a grafici freelance. Ma, in una visione lungimirante, affidarsi ad agenzie di comunicazione permetterà di realizzare un logo che sia risultato di un’accurata strategia comunicativa, il risultato di un buon piano di comunicazione.

Un logo può essere un potenziale brand. Perché lasciarsi sfuggire questa opportunità?

Richiedi una consulenza gratuita per saperne di più!